Keys To The World

Richard Ashcroft

Keys To The World

Parlophone

Voto: 3/5

Per Richard Ashcroft Urban Hymns è come una maledizione. La grandezza di quellalbum sarà sempre la pietra di paragone per il suo lavoro, soprattutto quando tutti si aspettano che ne ricrei ancora la magia. Se i suoi primi album post-Verve non erano riusciti nellintento, in Keys To The World Ashcroft chiede semplicemente di arrendersi al suono e lasciarsi trasportare. E il caldo pop-soul di Music Is Power (che cita Curtis Mayfield), le sfumature di rock appassionato di Keys To The World e Why Not Nothing (rabbiosa invettiva contro conservatorismo religioso e ipocrisia politica), gli sconfinamenti gospel (Simple Song), la voce che si accende di nuovi toni (Why Do Lovers, Words Just Get In The Way) e fa il verso a Dylan sembrano annunciare novità. Eppure, poco a poco, lombra del passato ritorna, la poesia diventa tono predicatorio e limpeto creativo lascia il posto alla sicurezza di formule già sperimentate. A volte per scacciare i fantasmi servono misure più drastiche.

ven, 3 feb 2006 - articolo di Daniela Liucci

Tag: Cd  Album  Richard Ashcroft  The Verve  Rock

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email