Un'ora e mezza

Boosta

Un'ora e mezza

Baldini Castoldi Dalai

Voto: 3/5

Potrebbe essere una qualsiasi città, livida e desolante, a fare da sfondo a queste pagine. Forse anche Torino a cui i Subsonica, la band di cui Boosta è lo snodato tastierista, hanno dedicato Il cielo su Torino. Nemmeno una nota distillata, ma è quasi scontato percepire un sottotesto musicale fra le righe del primo romanzo di Boosta, che ha debuttato dietro la macchina da scrivere nel 2003 con la raccolta di racconti Dianablu. Storie che si intrecciano, il cui bandolo si percepisce avanzando in questa lettura asciutta e tagliente, che mischia noir, pulp, il cinema di Tarantino e Oldboy di Chan-Wook Park, periferie di vite, droga, armi, e per dirla con i Subsonica giorni a perdere per notti a far finta che sai vivere. Il tutto nello spazio di unora e mezza.

ven, 9 dic 2005 - articolo di Mauro Petruzziello

Tag: Boosta  Libri  Pop

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email