Continuum

Gaudi:testa 1105

Continuum

Em:t Records

Voto: 3/5

Su uno dei marchingegni elettronici che usa nei suoi live set, Gaudi ha disegnato un chiaro simbolo indù. Tecnologia avanzatissima, insomma. Talmente avanzata da sconfinare nei territori dellanimo. Perché la musica del producer italiano, ora di stanza a Londra, ha una fortissima vocazione spirituale. Cosa preoccupante: tutti conoscono lo spettro della New Age che dellambient ha fatto un suo lasciapassare. Discorso che non sfiora Gaudi, che per le sue divagazioni electro-dub si è affidato al respiro degli strumenti di Antonio Testa, ricercatore e musicoterapeuta. I due fanno vibrare allunisono unelettronica lucida come una lama e kalabash, mbira, conchiglie, tratteggiando una ricerca che non scade mai nelle devastazioni della musica da sottofondo per mistici prêt à porter.

ven, 25 nov 2005 - articolo di Mauro Petruzziello

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email