Down In Albion

Babyshambles

Down In Albion

Rough Trade

Voto: 3/5

Era opinione diffusa che Pete Doherty, genio visionario, tormentato e incompreso, metà poeta maledetto, metà artista decadente, avrebbe reso i Babyshambles la next big thingdel rock in unera di idee latitanti. Ascoltando Down In Albion, tuttavia, la sensazione è che il debutto dellanno abbia disatteso le aspettative. Prodotto da Mick Jones, lalbum è una lunga e prevedibile jam session, punk nelle intenzioni, indie rock nella forma, aperta a contaminazioni dub e acustiche, e ricca di citazioni (Clash, Sex Pistols), che ha i suoi momenti migliori nella sinistra e sarcastica La Belle Et La Bête (con Kate Moss ai cori) e nelloscura Albion, in cui sembra quasi che Dickens dialoghi con Morrissey. E soprattutto nella vivacità della batteria di Adam Ficek. Che sia lui la vera star del gruppo?

ven, 25 nov 2005 - articolo di Letizia Bognanni

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email