ER

Nils Petter MolvÆr

ER

Sula/emarcy

Voto: 4/5

Splende come non faceva da tempo, lo space jazz di Nils Petter Molvær, norvegese di Sula. La sua tromba è profonda, velata, tanto da sembrare quella di Jon Hassell, ma ha accenti e cadenze del profondo nord dellEuropa. Sober evoca uno stato di trance digitale. Water e Only These Things Count presentano la splendida Sidsel Endresen: la vocalità arcana e lo scat astratto rimandano allenorme Jeanne Lee; i vocalizzi free, le derive digitali fanno pensare a Björk. Fantastica. Le orchestrazioni sono complesse, le ritmiche sono tribali e asimmetriche, le situazioni sonore ambient e minimal. La tromba del leader, unico fiato presente, si prodiga in lunghi fremiti, spasimi sovracuti.Tutto ricorda il miglior Molvær: meno male.

ven, 11 nov 2005 - articolo di Federico Scoppio

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email