Juliet

Random Order

Virgin

Voto: 2/5

A chi assomiglia Juliet? Va bene quando è la stessa cantante di Philadelphia a consigliarci il metodo ordine casuale per orientarci nel labirinto della sua personalità musicale. Che poi labirinto non è e qui va molto meno bene perché lordine sparso fruga solo fra due referenti forti. Nel primo album dopo lesperienza con gli 1 Plus 1, Juliet gioca un po con il mélange elettronico/elettrico dei primi Garbage (già a loro volta troppo figli dei Curve) e un altro po con la malizia electro di Goldfrapp, qui privata della malizia stessa. Stuart Price (Madonna, Zoot Woman) produce lalbum, Guy Sigsworth (Björk, Madonna) gli sfila via solo un pezzo. Nomi blasonati, ma tutto pare in perenne riscaldamento e mai realmente incisivo. E a poco importa lordine.

ven, 24 giu 2005 - articolo di Mauro Petruzziello

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email