AA. VV.

New Waves

Audioglobe

Voto: 5/5

Innanzitutto complimenti per il plurale. Rende perfettamente lidea di quanto loggetto-new wave non sia facilmente inscatolabile in un genere e definibile secondo una formuletta premasticata. Non la new wave, quindi, ma le mille e mille strade, i tentativi ora naïf ora perfettamente centrati che, allalba degli anni 80, hanno portato a galla una nuova maniera di intendere e volere la musica. In un doppio cd, 45 canzoni altrettanti 45 giri che mostrano il cordone ombelicale col punk, si convertono al nuovo verbo elettronico o parlano una lingua punk-funk. Ian Dury, i Bow Wow Wow, gli Sparks, Blondie, Siouxsie & The Banshees: per raccontare a chi non cera cosa si è perso e per far scendere la lacrimuccia a chi cera.

ven, 24 giu 2005 - articolo di Mauro Petruzziello

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email