U2 3D

U2

U2 3D

Voto: 5/5

  • Condividi su Facebook
  • postalo su Buzz
  • condividi su FriendFeed
  • segnalalo su Ok Notizie

inviainvia a un amico

Strano il destino di certe produzioni. U2 3D aveva anticipato di un paio d'anni la nuova ondata, e moda, del cinema da gustare con gli occhialetti 3D, ma con una distribuzione minima — nelle poche sale già attrezzate allo scopo — era stato visto da una manciata di spettatori (noi c'eravamo).

 

In pratica, al contrario di James Cameron, che proprio per massimizzare il "botto" di Avatar ne aveva posticipato l'uscita di alcuni mesi, gli autori Catherine Owens e Mark Pellington presi dalla frenesia della novità avevano precorso i tempi, raccogliendo però pochi riscontri. Oggi, per loro fortuna, grazie anche a successi come quello degli alieni blu, U2 3D può tornare magicamente in programmazione, presentato addirittura come se fosse nuovo di zecca. Poco importa che nel frattempo gli U2 abbiano anche cambiato tour mondiale — dal Vertigo al 360° — e che Bono, un po' ammaccato, abbia soffiato sulle 50 candeline.

 

Rispetto alla nostra recensione di due anni fa — che potete leggere qui — aggiungeremo che lo stupore per questo concertone in 3D è rimasto immutato, che il montaggio tutto dissolvenze incrociate, fluido nonostante saltelli tra 4-5 concerti, luoghi e stadi diversi del Sudamerica, è davvero un capolavoro, e che però abbiamo scoperto che i close-up, le riprese più ravvicinate, sono state girate durante un "finto" live senza pubblico, con la logica del film più che del documentario. Un dettaglio che sminuisce abbastanza il livello di naturalezza dello show degli U2 — speriamo non di tutti i loro show — che in pratica risulterebbe perfettamente coreografato, in ogni passo, fino all'ultima pacca sulla spalla.

 

ven, 28 mag 2010 - articolo di Gabriele Guerra

Tag: U2  Bono  Live  Movies

  • Condividi su Facebook
  • postalo su Buzz
  • condividi su FriendFeed
  • segnalalo su Ok Notizie

inviainvia a un amico

Commenti

Ancora nessun commento, vuoi essere il primo?

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento. Per favore, sii educato.

Se sei registrato fai login per far apparire il commento a tuo nome, altrimenti inserisci nome e indirizzo email.


Segnala a un amico via email