Alabama 3

Outlaw

One Little Indian

Voto: 4/5

Si incontrano quando lacid house e la scena dei rave illegali sono al centro dei loro interessi e si accorgono di amare blues, country e bluegrass. Ma, invece di disperarsi per linconciliabilità delle loro passioni, decidono di farle convivere. Sulla carta lincastro è impossibile e la fusione dei generi sa di ridicola architettura kitsch. Eppure funziona. Il quinto album degli Alabama 3 prosegue in quel lavoro che cambia a seconda dellangolazione in cui lo guardi: da una parte i classici generi americani vengono decostruiti, e lironia della band di Brixton aiuta il processo; dallaltra sul tessuto del country, del blues e del bluegrass vengono aperte uscite demergenza per fuggire via dagli stereotipi accumulatisi in anni e anni di uso.

ven, 27 mag 2005 - articolo di Mauro Petruzziello

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email