Lorenzo "Jovanotti" Cherubini

Buon sangue

Soleluna/Mercury

Voto: 4/5

Dice Jovanotti che questo è il disco della crisi. In senso positivo. Tanto per cominciare, lo firma con nome e cognome, virgolettando la ragione sociale del suo progetto. Quasi a significare una nuova partenza. Fossero tutte così le crisi. Ripensamenti che non cancellano il passato, ma che di quello che è stato selezionano le cose più significative, quelle che funzionavano di più e risultavano più divertenti. Via le sovrastrutture cervellotiche del precedente Il quinto mondo. Qui si ricomincia a far girare il giradischi, cè spazio per collaborazioni azzeccate (Planet Funk, Stefano Stylophonic Fontana, Edoardo Bennato), il rap è vibrante perché apparecchiato su testi che allintelligenza aggiungono la poesia. In definitiva un disco di idee.

ven, 27 mag 2005 - articolo di Mauro Petruzziello

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email