Sorrentino vince l'Oscar e ringrazia Maradona

Lo certifica Ewan McGregor: "The winner is... The Great Beauty". La grande bellezza riporta l'Oscar per il Miglior film straniero in Italia, 15 anni dopo l'exploit di Roberto Benigni con La vita è bella.

 

Il regista Paolo Sorrentino, accompagnato sul palco dai fedelissimi Toni Servillo e Nicola Giuliano, attore icona e produttore con lui sin dagli esordi (L'uomo in più, 2001), è sembrato quasi frettoloso nel suo discorso, come volesse sfuggire prima possibile la luce troppo accecante dei riflettori.  

 

Ringraziamenti di rito per la famiglia, per le città di Roma e Napoli, e una lista non banale delle figure che più lo hanno ispirato: Fellini, i Talking Heads (che gli prestarono anche il titolo per il precedente This Must Be The Place), Martin Scorsese, presente tra le prime file, e Diego Armando Maradona. 

lun, 3 mar 2014

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email