Reykjavik International Film Festival | 26 settembre-6 ottobre

Nonostante la sua popolazione ridotta, l’Islanda ospita annualmente uno dei più interessanti festival del cinema, durante il quale vengono presentate piccole perle della settima arte provenienti da tutto il mondo. Da quando ha aperto i battenti nel 2004 il RIFF ha visto sfilare sul tappeto rosso cineasti come Jim Jarmusch, Milos Forman, Peter Greenaway, Costa-Gavras, Susanne Bier, Atom Egoyan, Abbas Kiarostami e Dario Argento, e ha proiettato approssimativamente 100 lungometraggi di circa quaranta paesi differenti.

 

Giunto alla sua decima edizione, l’incontro cinematografico scandinavo propone, tra gli altri, il film italiano Spaghetti Story di Ciro de Caro (trailer), il polacco Baby Blues di Kasia Roslaniec, già premiato alla passata edizione della Berlinale, il greco J.A.C.E. di Menelaos Karamaghiolis e il documentario del giornalista e regista danese di origini afgane Nagieb Khaja, My Afghanistan — Life In The Forbidden Zone.

 

 

ven, 20 set 2013

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email