amori & odi dei - Koop


Si truccano come i Dresden Dolls. Amano il jazz classico, ma sanno spingerlo in una navicella spazio-temporale per proiettarlo nel futuro. Sono la concretizzazione vivente del motto: due è meglio di uno. Perché Oskar Simonsson (che qui ci confida i suoi gusti, in una geografia di amori e odi) e Magnus Zingmark, meglio conosciuti come Koop, sono due ma suonano come una big band degli anni Quaranta, pur non rinunciando a certi impasti elettronici che rendono scintillante il loro sound. Col nuovo album Koop Islands il duo svedese continua quel viaggio di esplorazione nei territori del nu-jazz che li affianca da sempre a nomi quali Jazzanova e Kruder & Dorfmeister. Tra poco sbarcheranno in Italia per un giro di concerti. Dress-code? Casual, ma il trucco è vivamente consigliato!

DISCO LOVE

Companionship di Sahib Shihab. Mi piace moltissimo. Un pugno di pezzi di breve durata ma molto efficaci. Canzoni memorabili, voci ottime, musicisti eccellenti e una produzione accurata. Insomma, è proprio il tipo di jazz che amo.

DISCO HATE

Probabilmente un qualsiasi disco delle Las Ketchup. Qualcuno ancora se le ricorda? Quattro ragazze spagnole che qualche estate fa furoreggiarono con un pezzo terribile intitolato Aserejé. Proprio inascoltabile!

 

LIBRO LOVE

Alta fedeltà di Nick Hornby. Un libro molto caldo che descrive in maniera molto veritiera quello che significa essere uomo in questepoca. Il protagonista ama fare hit parade delle cose che gli piacciono e in particolare dei dischi. Una cosa che mi rimanda direttamente alla mia adolescenza, quando anche io stilavo classifiche. In continuazione!

LIBRO HATE

Difficile da dire: se un libro non mi piace perché dovrei continuare a leggerlo? Puro masochismo? No, grazie! Ma, se proprio dovessi sceglierne uno che detesto, direi Mein Kampf di Adolf Hitler! Insomma, come si può amare quellopera?

 

VIAGGIO LOVE

Ovviamente le isole Koop, quelle che danno il titolo al nostro nuovo disco! Ok, lo so che sono un posto che non esiste nella realtà, ma se ci fossero immagino di trovarvi gente meravigliosa, paesaggi incantevoli, nessun problema: solo una montagna di gioia!

VIAGGIO HATE

Probabilmente il Belgio. Sono stato a Bruxelles solo una notte. Poi ho sentito lesigenza di fuggire via. Tutto era grigio e spaventoso. Non sono proprio riuscito a entrare in contatto con le vibrazioni positive di quel posto.

 

VIDEOCLIP LOVE

Mi piacciono i video di Chris Cunningham. Il suo lavoro sulla musica di Aphex Twin è stato straordinario. Anzi, direi geniale. Per esempio, il video di Come To Daddy, con tutti quei mostri: inquietante, ma meraviglioso! Assolutamente diverso da tutto.

VIDEOCLIP HATE

I video di Sabrina Salerno! Lo so, è unartista italiana e non va bene rilasciare questa dichiarazione a un giornale italiano, ma è proprio cosi. Aveva quelle grosse tettone? Sì, ma le tette non bastano!

 

MEZZO DI TRASPORTO LOVE

Dipende. Mi piace la comodità e la velocità dellaereo. A differenza di tante persone, non ho assolutamente paura di volare. Adoro anche la macchina. Ma devo essere io a guidare.

MEZZO DI TRASPORTO HATE

Lautobus. Stare seduto, immobile, su questo mezzo, magari per ore, è unesperienza terrificante, specialmente quando fa caldo. Semplicemente sgradevole.

 

FILM LOVE

Uno dei miei film preferiti è Round Midnight di Bertrand Tavernier. La sua descrizione del mondo del jazz è molto accurata e rende a perfezione il maledettismo che aleggia sulla vita di alcuni musicisti schiavi dellalcol.

FILM HATE

Fatti, strafatti e strafighe, un film americano davvero idiota. E aggiungerei anche Independence Day, la classica storia a stelle e strisce con attori che recitano male. Credo che un film del genere faccia leva sulle paure collettive e vederlo è un atto di masochismo. Noiosissimo!

ven, 1 dic 2006 - articolo di Mauro Petruzziello

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email