love & hate

Amori & Odi di - Raiz

A cura di Luca Cacciatore

Amori & Odi di Francesco Renga

A cura di Luca Cacciatore

amori & odi di -  Alex Gopher

amori & odi di - Alex Gopher

A cura di Tirza Bonifazi Tognazzi

amori & odi di Roy Paci

amori & odi di Roy Paci

Confessioni di un trombettista siculo che ha conquistato il mondo

A cura di Tirza Bonifazi Tognazzi

amori & odi di -  Inoki

amori & odi di - Inoki


Dicono che la musica possa cambiare la vita. Solo parole? Non proprio, se si guarda chi, come il giovane rapper Inoki, ha messo la parola e la musica al centro della sua vita. Sono nato a Ostia. I miei si sono conosciuti alla fine degli anni 70. Militavano nel movimento politico. Si sono separati subito. Mio padre ha cominciato a bucarsi. Mia madre mi ha portato via: non voleva che crescessi in quel posto e diventassi come i miei cugini, oggi tutti in galera. Abbiamo scelto Bologna, una terra dove cè libertà. E lì che incontra il rap. Fonda la crew PMC (Porzione Massiccia Crew), conduce trasmissioni radiofoniche e televisive e diventa il giovane padre del nuovo hip-hop italiano. Oggi esce Nobiltà di strada, il suo primo album per una major. Dice Inoki: La strada è il posto in cui ho cominciato a fare rap. Uso il termine nobiltà perché con la mia gente, i miei amici e chi fa musica con me, ci siamo battezzati New Kings, i Nuovi Re. Eravamo stanchi della schiavitù del sistema. E vogliamo essere trattati da re, non da scarafaggi.

A cura di Mauro Petruzziello

amori & odi di -  Eamon

amori & odi di - Eamon


Un disco desordio fulminante due anni fa ha lanciato Eamon nel mondo delle star della musica R&B e hip-hop. Con il secondo lavoro, Love & Pain, il musicista newyorkese cerca di confermarsi, di consolidare il suo successo. La sua immagine è quella di un artista rude, stradaiolo, ma allo stesso tempo romantico e affascinato dalla bellezza femminile. Parte di un mondo che ritroviamo anche nelle passioni che ci racconta.

A cura di Luca Trambusti

amori & odi dei -  Koop

amori & odi dei - Koop


Si truccano come i Dresden Dolls. Amano il jazz classico, ma sanno spingerlo in una navicella spazio-temporale per proiettarlo nel futuro. Sono la concretizzazione vivente del motto: due è meglio di uno. Perché Oskar Simonsson (che qui ci confida i suoi gusti, in una geografia di amori e odi) e Magnus Zingmark, meglio conosciuti come Koop, sono due ma suonano come una big band degli anni Quaranta, pur non rinunciando a certi impasti elettronici che rendono scintillante il loro sound. Col nuovo album Koop Islands il duo svedese continua quel viaggio di esplorazione nei territori del nu-jazz che li affianca da sempre a nomi quali Jazzanova e Kruder & Dorfmeister. Tra poco sbarcheranno in Italia per un giro di concerti. Dress-code? Casual, ma il trucco è vivamente consigliato!

A cura di Mauro Petruzziello

amori & odi di - Maximilian Hecker


In occasione dell'uscita di I'll Be A Virgin, I'll Be A Mountain, terzo album del musicista di Berlino, siamo stati più che contenti di sapere che lo avremmo intervistato. Il nostro amore nei suoi confronti è nato con l'ascolto dell'opera prima Infinite Love Songs, e si è fortificato con Lady Sleep, ma col senno di poi la sua musica avrebbe dovuto metterci in guardia sulle caratteristiche del Nostro. Maximilian Hecker è un tipo davvero bizzarro. Schivo e introverso ci appare come il protagonista di Homo Faber di Max Frisch, che guarda caso è tra le sue letture preferite. Riuscire a tirargli fuori delle opinioni è stata una vera impresa, così il nostro classico Love&Hate si è rivelato un esercizio faticoso che ha messo a dura prova la nostra pazienza, tanto più che l'intervista si è svolta al telefono e la distanza si è sommata a quella psicofisica del musicista, uomo di pochi interessi e parole. Poi, però, sul finire della telefonata Maximilian ci chiede scusa e si informa se abbiamo abbastanza materiale per lavorare il pezzo. "Non dovrei lamentarmi, è il mio lavoro", ci dice quasi per farci capire che per lui le interviste sono una pratica difficilissima. Non ci lamentiamo neanche noi: per la sua musica ci sacrifichiamo volentieri.

A cura di Tirza Bonifazi Tognazzi

amori & odi di - Fiamma Fumana


Elettrificano la tradizione emiliana con una scossa vitalizzante. O, viceversa, rendono antica lelettronica ancorandola alle loro radici. Onda, il terzo album dei Fiamma Fumana, porta alla ribalta la nuova vocalist, Lisa Kant. Con Lady Jessica Lombardi, responsabile degli strumenti tradizionali suonati nei loro album, parliamo di dischi, libri, viaggi. E di molto altro. Questi i suoi amori e odi.

A cura di Mauro Petruzziello

amori & odi di - Nate James


È la nuova sensazione del soul inglese, ma con tutta lintenzione di allargarsi allintero panorama internazionale. Introdotto dal singolo The Message esce ora anche in Europa lalbum di esordio di Nate James Set The Tone. Gli chiediamo cosa lo fa impazzire e cosa detesta in questo momento.

A cura di Christian D'Antonio