Bruno Mars: il Doo-wop, le Hawaii, Michael Jackson e il reggae

Esce oggi in Italia l'album di esordio che sta scalando ovunque le classifiche

  • Condividi su Facebook
  • postalo su Buzz
  • condividi su FriendFeed
  • segnalalo su Ok Notizie

inviainvia a un amico

Singoli e album che spopolano in mezzo mondo (da ieri ai primi posti anche in Inghilterra e Irlanda) e molti che lo indicano come il nuovo Michael Jackson. Eppure Bruno Mars è decisamente timido. L'incontro con la stampa romana per l'uscita di Doo-wops & Hooligans avviene in un hotel incastonato tra stazione Termini e Piazza Vittorio, incrocio di razze e identità, come il suo stile musicale. Bruno tiene la voce bassa e si nasconde spesso nello sguardo dell'interprete, incrociando il meno possibile quello dei giornalisti. Grinta e solarità le ha tenute quasi tutte per le sue canzoni, il che è sempre un ottimo segno.

 

Mix di stili

La realtà della mia famiglia e il luogo da dove vengo, le Hawaii, mi hanno dato varie influenze e identità. Anche chi doveva curare il marketing non sapeva come posizionarmi, né come colore della pelle, né come stile, pop, urban... era molto in difficoltà. Io sono un appassionato studioso di generi musicali, li sto ancora esplorando, mi piace non dare punti di riferimento nelle mie canzoni e non mi preoccupo se questo può essere un rischio sul mercato, che ama classificare tutto con precisione.

 

Doo-wop

E' un genere che ha vissuto grandi successi anche attraverso nomi "meteora". Io personalmente amo gruppi come The Cadillacs, Frankie Lymon e i suoi Teenagers, Flamingos e Platters. Molti dei loro brani sono semplici, quattro accordi al massimo, ma hanno splendide melodie che vanno dritte al cuore. Anche se ascolti le mie canzoni d'amore, come Just The Way You Are, magari non troverai testi trascendentali, ma un messaggio diretto e genuino. Questo mi piace.

 

Il team compositivo

Non abbiamo regole fisse con i miei partner di lavoro. Ari Levine è più orientato sul rock e l'hip-hop, Philip Lawrence conosce bene l'R&B e il soul, io sono meno organico, sono un hawaiiano, raccolgo spunti qua e là. Ora che sono in giro per la promozione, e respiriamo un po' il profumo delle rose dopo tanto duro lavoro in studio, il team è un po' diviso, anche perché Ari preferisce starsene tranquillo a casa, mentre Philip si diverte a seguirmi. Ma verrà senz'altro il momento di riunirci di nuovo.

 

Scrivere per gli altri

Anche lì non ci sono regole particolari. A volte non sai per chi scrivi, ad esempio per Nothin' On You (uno dei sette Grammy Awards per cui è candidato, ndr) ho scritto un ritornello ma non sapevo che poi sarebbe intervenuto un rapper come B.o.B, mentre nel caso di Cee Lo Green e Fuck You la collaborazione e l'intesa sono state molto più strette.

 

Io e la musica

La musica è tutto quello che so. Se non avessi fatto questo nella vita, forse sarei diventato un insegnante. Oppure, chissà un "cage fighter", un lottatore!

 

 

Su Michael Jackson

Chi della mia età non ha mai provato a rifare almeno una volta il moonwalk in cucina? E' un punto di riferimento per tutti, anche in Antartide conoscono i suoi video, e poi era un musicista straordinario, così potente e speciale da chiedersi se fosse davvero umano come noi.

 

 Su Bob Marley e il reggae

Alle Hawaii ci sono quattro stazioni radio che trasmettono reggae tutto il giorno. Credo che Marley non sia ancora pienamente riconosciuto come compositore, perché ha scritto canzoni davvero meravigliose. Anche per questo è stato un piacere immenso poter ospitare Damian Marley nel mio album.

 

Su Obama

Ha frequentato la scuola nella stessa strada dove abito io, alle Hawaii, ma purtroppo non l'ho mai conosciuto. Lo trovo un uomo straordinario. Può rappresentare in pieno quello che l'America sta diventando, cioè un posto dove chiunque può innamorarsi di chiunque altro, senza chiedersi di che razza sia.

mar, 25 gen 2011 - articolo di Gabriele Guerra

Tag: Bruno Mars

  • Condividi su Facebook
  • postalo su Buzz
  • condividi su FriendFeed
  • segnalalo su Ok Notizie

inviainvia a un amico

Commenti

  • mariagiovannapinna1@hotmail.it
    mariagiovannapinna1@hotmail.it
    16 febbraio 2011, 20:51
    michael forever

  • mariagiovannapinna
    mariagiovannapinna
    16 febbraio 2011, 20:53
    nn ci sara maai un altro

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento. Per favore, sii educato.

Se sei registrato fai login per far apparire il commento a tuo nome, altrimenti inserisci nome e indirizzo email.


Segnala a un amico via email