Il vulcano Juno

  • Condividi su Facebook
  • postalo su Buzz
  • condividi su FriendFeed
  • segnalalo su Ok Notizie

inviainvia a un amico

 

 

Juno resta incinta del suo amichetto del cuore al primo rapporto. Troppo presto per tenere un bambino. Ma la vulcanica sedicenne decide di portare avanti la gravidanza, per poi cedere il fagiolo in adozione. Scoppiettante commedia (che trovate anche recensita a pag. 61) scritta da Diablo Cody, Oscar per la Migliore Sceneggiatura Originale, e interpretata da Ellen Page.

 

Diablo Cody — sceneggiatrice

 

Il film sembra estremamente personale, ma anche un prodotto adatto a un grande pubblico. Come hai messo insieme i due livelli?

È unacrobazia, è difficile scrivere qualcosa di personale che debba anche piacere a molta gente. Non è una storia autobiografica, ma mi rivedo in molti dei rapporti che ci sono nel film. La comicità è lelemento unificatore: se scrivi qualcosa che fa ridere la gente, non importa quanto sia minimalista, diventa qualcosa che la gente vuol vedere. Scalda il cuore, soprattutto in questi tempi bui.

 

Hai lavorato parecchio sui dialoghi o ti vengono spontanei?

Il processo di scrittura è stato molto spontaneo, era la mia prima sceneggiatura e non mi sono fatta troppi problemi. Non leggevo libri, non ero preoccupata dalle convenzioni o dalla tradizione, volevo solo raccontare la storia.

 

Sei stata coinvolta nell'allestimento visivo del film?

Sono stata fortunatissima. Spesso lo sceneggiatore non ha molta voce in capitolo sul look di un film, a volte non può nemmeno mettere piede sul set! Il regista Jason Reitman invece ha collaborato con me per tutto, è stato meraviglioso. In un certo senso è la mia anima gemella creativa.

 

Juno sembra influenzato dalla nuova tendenza del cinema indipendente americano, con autori come Wes Anderson, Noah Baumback, e film come Junebug o Napoleon Dynamite. È così?

Certo! Jason e io siamo dei grandi fan di Wes Anderson, e l'influenza forse si sente. Per certi versi sono stata ispirata da Napoleon Dynamite, mi ricordo che ero seduta a vedere il film e mi dicevo: Si può fare qualcosa di molto piccolo e strambo, ma piacere a tanta gente!. Questo mi ha incoraggiato a continuare a scrivere Juno, perché all'epoca ci stavo ancora lavorando.

 

Perché questo modo eccentrico di raccontare storie sta diventando così attraente per il grande pubblico?

La gente forse si è stancata delle convenzioni. Credo che molte delle tradizionali commedie romantiche siano un insulto. Non parlano di persone vere, con emozioni vere e veri problemi. Parlano di archetipi, mentre i piccoli film eccentrici stanno mostrando più umanità. Spero che abbia senso!

 

Anche gli spunti musicali sono interessanti.

Molti vengono direttamente da Ellen Page. Ci sono diverse canzoni di unartista che si chiama Kimya Dawson, che è la preferita di Ellen. Lei ha influenzato la colonna sonora, e anche questa è una possibilità che spesso gli attori non hanno.

 

Ellen Page — attrice

 

Dalla prima volta in cui hai letto il copione, che rapporto hai avuto con il personaggio?

Ero assolutamente entusiasta, era uno dei copioni più belli che avessi mai letto. Ammiravo molto il personaggio, perché trovavo Juno estremamente sincera e onesta, mi sono legata a lei per il suo cuore.

 

Juno doveva essere forte, a volte aggressiva, ma anche mostrare delle fragilità. Come hai lavorato per conciliare tutto?

Credo che tutti gli esseri umani abbiano più dimensioni. Lei è solo un personaggio estremamente ben scritto e onesto. Si è trattato di gestire i sentimenti che provo come essere umano e rapportarli a lei, trovarli in me stessa e tirarli fuori quando e dove servivano.

 

Qual è stato l'elemento più personale che hai messo nel personaggio?

Penso che i personaggi che interpreto, siano essi anticonformisti come Juno o estremamente conservatori, provino tutti le stesse cose. In ogni film si tratta di unire il proprio cuore al cuore del personaggio e lasciare che tutto accada da sé.

 

Come hai scelto i film in cui hai recitato, e come li sceglierai in futuro?

Scelgo un film quando leggendo il copione vedo che è entusiasmante e appassionante. Se mi fa battere il cuore, va benissimo. E vorrei continuare a sfidare me stessa, altrimenti mi annoierò.

 

Il film è molto divertente, ma affronta anche importanti interrogativi etici e morali, e le relazioni tra i personaggi sono molto delicate. Qual era il legame che ti interessava di più nel film, tra quelli che aveva il suo personaggio?

Mi interessavano tutte le dinamiche. Credo che molti elementi di questo film siano inaspettati, ma i personaggi sono ben definiti. Molto di ciò che succede, lo dice anche la gente che ha visto il film, è inaspettato. Penso che la vita sia così, sempre inattesa. Perciò mi piacciono tutti gli elementi e tutte le relazioni che ci sono nel film.

ven, 11 apr 2008 - articolo di Federico Gironi per Coming Soon Television

Tag: Movies  Ellen Page  Diablo Cody  Jason Reitman

  • Condividi su Facebook
  • postalo su Buzz
  • condividi su FriendFeed
  • segnalalo su Ok Notizie

inviainvia a un amico

Commenti

Ancora nessun commento, vuoi essere il primo?

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento. Per favore, sii educato.

Se sei registrato fai login per far apparire il commento a tuo nome, altrimenti inserisci nome e indirizzo email.


Segnala a un amico via email