Bang Bang - Le morti violente della musica

Bang bang, he shot me down / Bang bang, I hit the ground
Bang bang, that awful sound / Bang bang, my baby shot me down
da Bang Bang (My Baby Shot Me Down) di Nancy Sinatra

SANREMO — 27 gennaio 1967. Nella stanza 219 dellHotel Savoy viene trovato il corpo senza vita di Luigi Tenco. Sono i giorni del Festival della canzone italiana, e lui è in gara con il brano Ciao amore ciao che viene escluso proprio la sera del 26 gennaio, classificandosi dodicesimo. Accanto al corpo la polizia trova un biglietto:Faccio questo non perché sono stanco della vita (tuttaltro) ma come atto di protesta contro un pubblico che manda Io, tu e le rose in finale e una commissione che seleziona La rivoluzione.... Il caso viene chiuso fin troppo in fretta, la perizia medico-legale parla chiaro: suicidio. Quella stanza oggi non cè più, cancellata durante una recente ristrutturazione dellhotel. Le domande circa gli eventi accaduti poco dopo le 2 del 27 gennaio però rimangono irrisolte. A 39 anni dalla tragica scomparsa, Mariano Gagliano, procuratore della repubblica di Sanremo, ha riaperto il caso disponendo la riesumazione della salma, per fare luce sulla vicenda una volta per tutte. E per far riposare finalmente in pace Luigi Tenco, fragile poeta. Quello del cantautore genovese purtroppo non è lunico caso di musicista rimasto ucciso per un colpo darma da fuoco. Le pallottole hanno insanguinato pagine intere della storia della musica.

 

INCIDENTI

RUSS COLUMBO

14 gennaio 1908 2 settembre 1934

Durante una visita allamico Lansing Brown, Russ Columbo viene colpito dallarma da fuoco con la quale Brown sta giocando. Il cantante, noto crooner italoamericano che ha ispirato gente come Perry Como e Frank Sinatra, viene portato allospedale ma muore poco dopo. La famiglia decide di non informare la madre di Russ dellaccaduto, creando così una delle leggende più insolite di Hollywood.

 

JOHNNY ACE

9 giugno 1929 25 dicembre 1954

Muore giocando alla roulette russa dietro le quinte dellauditorium di Houston. Aveva 25 anni ed era uno dei più validi vocalist rhythm and blues. Pledging My Love, il singolo che esce postumo, rimane per 9 settimane al primo posto delle classifiche americane.

 

TERRY KATH

31 gennaio 1946 23 gennaio 1978

Il primo chitarrista e vocalist dei Chicago, noto per essere un collezionista di pistole, perde la vita a casa di Don Johnson, membro della staff della band. Kath sta pulendo larma unautomatica quando Johnson manifesta il suo disappunto. Non ti preoccupare, dice puntandosi la pistola alla tempia. È scarica, vedi? e preme il grilletto facendo partire il colpo.

 

SUICIDI

JOE MEEK

5 aprile 1929 3 febbraio 1967

A seguito di una discussione con la sua padrona di casa, Joe Meek, importante produttore e compositore pop britannico degli anni 60, uccide la donna e si spara in faccia.

 

PAUL WILLIAMS

2 luglio 1939 17 agosto 1973

Dopo il successo dei Temptations Just My Imagination (Running Away With Me), del 1971, Paul Williams abbandona la band, e nel 1973 pone fine ad anni di depressione e abuso di droghe uccidendosi.

 

SONNY CRISS

23 ottobre 1927 19 novembre 1977

Il sassofonista William Sonny Criss, musicista jazz venuto alla ribalta nel periodo bebop, a soli 19 anni suonava nella band di Howard McGhee insieme a Charlie Parker e Teddy Edwards.Dopo un lungo periodo di sofferenze dovute ad un cancro allo stomaco, si uccide alletà di 50 anni.

 

FRANK ROSOLINO

20 agosto 1926 26 novembre 1978

Nessuno tra gli amici più intimi e tra i fan si è mai capacitato di come uno dei più grandi trombettisti degli anni 50 abbia potuto sparare ai suoi due figli (solo uno si è salvato, perdendo la vista) e poi uccidersi. Lamico Gene Lees, noto compositore e critico musicale, ha raccontato la vita di Frank Rosolino nel libro Meet Me At Jim & Andys.

 

DOUGLAS HOPKINS

11 aprile 1961 5 dicembre 1993

Nellaprile del 1992, al termine delle registrazioni dellalbum New Miserable Experience, i Gin Blossoms sono costretti a licenziare il principale autore dei brani, Douglas Hopkins, a causa dei suoi abusi di sostanze stupefacenti. Quando il disco esce e As Hey Jealousy e Found Out About You, due delle canzoni firmate da Hopkins, diventano delle hit, i suoi problemi aumentano. Il 3 dicembre 1993 lascia la clinica di disintossicazione, dove era andato per un incontro, acquista una pistola al monte dei pegni e due giorni dopo si uccide.

 

KURT COBAIN

20 febbraio 1967 5 aprile 1994

Il leader dei Nirvana, stanco di vivere dibattendosi tra i dolori allo stomaco (soffriva di ulcera) e la tossicodipendenza, alletà di 27 anni si barrica in casa e si spara in bocca con un fucile che aveva fatto comprare qualche giorno prima. Il film Last Days del 2005 diretto da Gus Van Sant, con Michael Pitt, Asia Argento e Kim Gordon dei Sonic Youth, racconta gli ultimi giorni del padre del grunge.

 

DANNY GATTON

4 settembre 1945 4 ottobre 1994

Considerato una vera leggenda a Washington D.C.,Il più grande chitarrista che abbiate mai sentito aveva scritto di lui il Washington Post Magazine. Un giorno, alletà di 49 anni, si chiude nel garage e si spara senza lasciare alcuna spiegazione.

 

TOMMY BOYCE

29 settembre 1939 23 novembre 1994

Si uccide alletà di 52 anni. Era uno dei più grandi autori degli anni 60 e aveva scritto insieme a Bobby Hart Theme From The Monkees e, sempre per i Monkees, la hit Last Train To Clarksville.

 

JASON THIRSK

25 dicembre 1967 29 luglio 1996

Lex bassista e co-fondatore dei Pennywise, punk band californiana, voleva che la musica del suo gruppo fosse melodica, positiva, con testi edificanti e dal 1988 aveva iniziato ad usarla come terapia per superare problemi personali e legati alluso di stupefacenti.Ma negli ultimi anni era ritornato nel tunnel della droga e aveva visto il suicidio come unica via di fuga.

 

WENDY O.WILLIAMS

28 maggio 1949 6 aprile 1998

La cantante dei Plasmatics, gruppo punk metal rock che durante i live distruggeva chitarre e dava fuoco a Cadillac, era anche considerata una porno star per la sua mania di esibirsi in topless sul palco. Nel 1991, dopo lo scioglimento dei Plasmatics, avvenuto nel 1988, si era trasferita con il marito nel Connecticut, dove lavorava come addestratrice di animali. Prima di suicidarsi aveva lasciato un biglietto:Non credo che la gente debba togliersi la vita senza prima averci riflettuto a lungo.Ma credo fortemente che il diritto di farlo sia uno dei diritti fondamentali che ognuno, in una società libera, dovrebbe avere.

 

CARLOS VEGA

7 dicembre 1956 7 aprile 1998

Noto per aver suonato a lungo la batteria nella band di James Taylor e per aver lavorato al fianco di diversi artisti tra cui Joni Mitchell, Randy Newman e Olivia Newton-John (è presente anche nella colonna sonora di Grease),Vega si è tolto la vita nella sua casa di Los Angeles.

 

OMICIDI

SAM COOKE

22 gennaio 1931 11 dicembre 1964

Il cantante soul più famoso della storia della musica viene ucciso in uno squallido motel, dove si era recato con una ragazza, a seguito di una discussione con il gestore del posto. Ancora oggi rimangono forti dubbi sul perché non sia avvenuta uninvestigazione più approfondita.

 

LEE MORGAN

10 luglio 1938 19 febbraio 1972

Inizia a suonare la tromba alletà di 15 anni, poco più tardi entra nella big band di Dizzy Gillespie, e nello stesso periodo suona anche con John Coltrane.Alla fine degli anni 60 la carriera di Morgan rischia di intopparsi a causa di problemi personali, ma viene aiutato da unamica, Helen More. La stessa che lo uccide, perché troppo gelosa, nel febbraio del 1972 mentre il musicista si sta esibendo con la sua band al Slugs Club di New York.

 

JOHN LENNON

9 ottobre 1940 8 dicembre 1980

Viene colpito 5 volte proprio sotto casa, a New York, da Mark David Chapman, suo fan, al quale lex Beatle aveva firmato un autografo. Rimane una delle morti più scioccanti nella storia della musica. Nel 1985, il giorno del 45esimo compleanno di John Lennon, nel Central Park di New York è stato aperto Strawberry Fields, un parco della pace, luogo commemorativo dove è posto il mosaico Imagine, donato alla memoria di Lennon dalla città di Napoli.

 

MARVIN GAYE

2 aprile 1939 1 aprile 1984

A seguito di una lite violenta con il figlio, Marvin Gaye Senior, sacerdote della Chiesa Apostolica che non approvava la vita dissolutadel cantante soul, si reca con estrema calma in camera da letto, torna con la pistola e uccide Marvin Gaye. Di recente gli A Perfect Circle hanno registrano una versione cupa e straziante della sua Whats Going On. Col senno di poi, sentire le parole di Gaye,Padre, padre, tutti pensano che stiamo sbagliando / Ma chi sono loro per poterci giudicare / Solo perché portiamo i capelli lunghi, fa davvero rabbrividire.

 

CARLTON CARLY BARRETT

17 dicembre 1950 17 aprile 1987

Uno dei più grandi batteristi della Giamaica faceva parte dei Wailers dal 1969 e aveva scritto insieme a Lecon Cogil TalkinBlues è stato ucciso brutalmente fuori dalla sua casa a Kingstone, dallamante della moglie.

 

PETER TOSH

19 ottobre 1944 11 settembre 1987

Il rivoluzionario del reggae co-fondatore dei Wailers insieme a Bob Marley viene ucciso nella sua casa a Kingston da tre uomini che volevano del denaro; uno degli assassini,Dennis Lobban, era amico di Tosh. Nella sparatoria muoiono anche DJ Jeff Free I Dixon e Wilton Doc Brown. Lobban viene fermato dalla polizia poco dopo e condannato a morte.

 

SELENA

16 aprile 1971 31 marzo 1995

La cantante dei Tejano viene uccisa da Yolanda Saldivar, fondatrice del suo fan club. Per via della sua giovane età appena 23 anni la morte di Selena sconvolge lintera industria della musica latino americana. Dreaming Of You, il disco postumo, sarà il primo dei Tejano a raggiungere la vetta delle classifiche americane. Selena il film di Gregory Nava uscito nel 1997, con una nascente Jennifer Lopez nel ruolo di Selena, racconta la vita della regina della musica latinoamericana.

 

TUPAC SHAKUR

16 giugno 1971 13 settembre 1996

Il rapper venticinquenne, meglio conosciuto come 2Pac, muore a Las Vegas dopo essere stato allincontro di boxe Tyson/Seldon. È alla guida della sua macchina quando viene raggiunto da colpi darma sparati da una macchina in corsa. I colpevoli non sono mai stati trovati. Recentemente è tornato primo in classifica con il brano Ghetto Gospel featuring Elton John.

 

THE NOTORIUS B.I.G.

21 maggio 1972 9 marzo 1997

Chris Wallace, aka The Notorius B.I.G., sta tornando in macchina al suo hotel dopo il Soul Train Award party quando unaltra vettura gli si affianca e lo colpisce con unarma da fuoco uccidendolo allistante. Il secondo album del rapper, Life After Death, esce tre settimane più tardi e debutta al primo posto delle classifiche.

 

JIMMY ORIONELLIS

26 febbraio 1945 12 dicembre 1998

Il più famoso imitatore di Elvis Presley viene ucciso insieme alla moglie Elaine Thompson da un rapinatore al monte di pegni di sua proprietà.

 

MC BIG L

30 maggio 1974 15 febbraio 1999

Lamont Coleman, aka MC Big L, viene colpito nove volte al volto e al petto nei pressi del suo appartamento a Harlem. Aveva 24 anni e faceva parte della band hip hop Diggin In The Crates, un gruppo di MC e produttori fra i quali Fat Joe, Lord Finesse, diamond D and Showbiz e A.G..

 

JAM MASTER JAY

21 gennaio 1965 30 ottobre 2002

Licona rap e dj nonchè co-fondatore dei Run-DMC, viene ucciso in uno studio di registrazione a Queens, New York, alle 19.30 da due ignoti che fanno irruzione nel posto. Recentemente la moglie Terri Mizell, ha istituito la Jam Master Jay foundation, organizzazione noprofit che raccoglie denaro per supportare i programmi di educazione musicale nelle scuole pubbliche.

 

JOHN WHITEHEAD

2 luglio 1948 11 maggio 2004

Luomo che insieme a Gene McFadden aveva firmato alcune delle pagine più importanti della storia della musica rnb degli anni 60 e 70, come la hit Aint No Stoppin Us Now, viene ucciso fuori dalla sua casa con un colpo alla testa sparato da ignoti, mentre stava lavorando alla sua SUV con un amico meccanico.

 

DIMEBAG DARRELL ABBOTT

20 agosto 1966 8 dicembre 2004

Lex chitarrista dei Pantera viene ucciso a Columbus durante il concerto della sua band, i Damageplan. Quella sera, dal nulla, un ragazzo sale sul palco e lo colpisce a morte, sparando anche ad altre tre persone del pubblico prima di venire fermato e ucciso a sua volta da un poliziotto.

ven, 13 gen 2006 - articolo di Tirza Bonifazi Tognazzi

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email