Islanda: nuovi suoni dall'isola

320.000 abitanti in tutta l’isola. Praticamente poco più di uno uno sparuto gruppo di parenti e amici. Ma un numero imponente di band e concerti (questi ultimi sono passati dai 700 del 2012 ai 1400 del 2013). L’Islanda è una terra profondamente musicale che all’inizio del nuovo millennio ha contrabbandato la meraviglia di una scena musicale compatta che usava un linguaggio sonoro fatto di rarefazioni, gentilezze e crepitii, in altre parole una sorta di paesaggismo delle note. Che fine hanno fatto quegli artisti? 

 

Björk è diventata una star planetaria che non ha perso un briciolo della sua voglia di sperimentare; i Sigur Rós continuano a produrre dischi che, dopo un periodo di involuzione, sono diventati sempre più belli (ne sono un esempio gli ultimi due, Valtari e Kveikur); i Gus Gus si sono orientati sempre più verso radicali sonorità da dancefloor (ne è un esempio il nuovo progetto di President Bongo dal suggestivo nome Gluteus Maximus); i múm continuano, forse un po’ nell’ombra, il loro lavoro di passione e indietronica e, stando in campana, un po’ ovunque si possono sentire i riverberi del suono di band come Bang Gang, Worm Is Green e Trabant. 

 

Ma qui vogliamo offrirvi una panoramica delle nuove band islandesi, quelle affermatesi dopo la crisi economica del 2008, potente come la famosa eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajokull, che nel 2010 paralizzò i voli di mezzo mondo. Per gli islandesi la musica è cultura e la cultura è economia e vita. Lo dimostrano piattaforme di promozione come icelandicmusic.com, sostenuta da fondi governativi e privati, ma anche festival come Iceland Airwaves che ad ospiti internazionali affianca sempre il meglio della nascente scena locale. Sicuramente non c’è più la compattezza della prima ondata della scena e i suoni si sono talvolta internazionalizzati perdendo lo specifico del genius loci. Ma il meraviglioso potere di stupire fa ancora parte dei suoni dell’isola.

 

.: Iceland sound in 9 nomi :. 

Tilbury : Kaleo : Samaris : Bloodgroup : Rökkurró : Sin Fang : Ásgeir : Mammút : Of Monsters And Men 

mar, 27 mag 2014 - articolo di Mauro Petruzziello

Commenti

  • Johnc731
    Johnc731
    21 luglio 2015, 15:01
    A big thank you for your article.Thanks Again. Great. efkfdaadaddg

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email