Hot Chip: I Feel Better, il videoclip e quant'era facile creare una boyband

Il singolo è già di un mesetto fa, forse più (la recensione dell'album la trovate qui), ma il video di I Feel Better più lo guardo più mi esalta. E alla centesima volta che per i primi 20-30 secondi puntualmente venivo ingannato dalla presenza di una finta boyband — agli antipodi dei veri Hot Chip, occhialuti "nerd" -, oltre alle risate è scattato anche un altro tipo di riflessione, più "profonda" (si fa per dire).

 

Questo è solo un piccolo (grande) video, ma la resa della boyband, l'assemblaggio, la coreografia, è tutto perfetto. C'è Kyng il nero, Mar'Vaine il meticcio, Octavian, il bravo ragazzo della porta accanto, Popeye, il biondino che ammicca. Insomma, acchiappa e abbraccia un pubblico femminil-adolescenziale trasversale — c'è anche quello nel video, che infatti si strappa i capelli -, e i quattro sono credibilissimi, si

sanno muovere, il loro sguardo buca lo schermo, ballano, fingono un ottimo playback.

 

Stringendo, pensate un po' cos'erano capaci di fare un tempo (ma solo perché il fenomeno si è un po' sgonfiato, altrimenti ora lo farebbero ancora meglio) con casting planetari e selezioni, per propinare nuovi idoli a quella fetta di pubblico teen che notoriamente è da sempre quella più pronta a fare follie (e spendere).

 

A risvegliarci da questo incubo creato in laboratorio, e qui bisogna dire grazie al regista Peter Serafinowicz — l'attore che tra l'altro dovrebbe fare Paul McCartney nel remake di Yellow Submarine -, per fortuna entra in scena Cancer Jesus, un santone pelato completamente sciroccato (impersonato da Ross Lee) che vomita raggi luminosi, che a sua volta subirà l'attacco di un Satana nero dagli occhi di fuoco... Video dell'anno!

 

sab, 15 mag 2010 - articolo di Gabriele Guerra

Tag: Hot Chip  Videoclip  Paul McCartney  Beatles

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi.

Segnala a un amico via email