Stratos e Michael Jackson non faranno mai un duetto

  • Condividi su Facebook
  • postalo su Buzz
  • condividi su FriendFeed
  • segnalalo su Ok Notizie

inviainvia a un amico

Strano parallelismo tra due documentari musicali contemporaneamente nelle sale. Cioè, uno di sicuro, in programmazione in tutto il mondo, l'altro invece quando capita, da qualche parte in Italia. Il paragone si limita a questo, per carità, non tira in ballo l'opera di uno confrontata a quella, diversissima, dell'altro. Parliamo semplicemente di distribuzione.

 

Il documentario This Is It di Michael Jackson (leggi la recensione) si è potuto permettere di basare gran parte della sua campagna pubblicitaria su un motto del tipo "nei cinema solo per 15 giorni!". Una specie di Limited Edition temporale, il tram che passa una volta sola, un non sense per i suoi incassi stratosferici, che finché prosperano bisognerebbe continuare a proiettarlo (e infatti pare aver già sforato la regola delle due settimane). Beati i produttori, ma parliamo di un film che cavalca un'onda emotiva ancora prepotente — anzi, forse è stato assemblato apposta per — e con la probabile uscita di un "instant dvd" si assicurerà altri introiti pazzeschi.

 

Il documentario La Voce Stratos invece si deve barcamenare. E' un made in Italy di difficile esportazione — esportazione nelle sale di qui, mica stiamo parlando di Los Angeles o della Cina — anche se parla di un grande artista cittadino del mondo. Appare e scompare in pochi coraggiosi cinema. Se scorrete  gli appuntamenti per le proiezioni sul blog del film (fateci un giro: lavocestratos.blogspot.com) vedrete un calendario a macchia di leopardo, un giorno a Cagliari, tre a Roma, due a Torino. E' stato fatto con pochi soldi e in molto tempo (proprio perché mancavano i soldi), ma con passione, cura, tanta partecipazione, fino a superare di gran lunga il "semplice" obiettivo biografico, facendo cultura su alcuni degli anni più intensi della nostra formazione, musicale e non. Tutto ciò senza l'aiuto di alcuna onda emotiva, se non quella eterna, come da titolo, della voce Stratos.

 

Non si potrebbe fare in modo che Michael presti a Eustratios almeno un giorno del suo two weeks only planetario?

 

sab, 14 nov 2009 - articolo di Gabriele Guerra

Tag: Movies  Demetrio Stratos  Michael Jackson

  • Condividi su Facebook
  • postalo su Buzz
  • condividi su FriendFeed
  • segnalalo su Ok Notizie

inviainvia a un amico

Commenti

Ancora nessun commento, vuoi essere il primo?

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento. Per favore, sii educato.

Se sei registrato fai login per far apparire il commento a tuo nome, altrimenti inserisci nome e indirizzo email.


Segnala a un amico via email